Accordo UE-Marocco: le iniziative di Confagricoltura Puglia

parlam europeoIl Parlamento Europeo ha approvato il 16 febbraio scorso, in seduta plenaria, l'accordo UE-Marocco che liberalizza, in parte, il commercio di prodotti agricoli e della pesca.

L'accordo commerciale con il Marocco, che ha ricevuto il via libera dal Parlamento con 369 voti a favore, 225 contrari e 31 astensioni, prevede l'aumento delle quote di scambio per una serie di prodotti che potranno essere importati a tariffe doganali basse o pari a zero, rappresentando una tappa verso un accordo di totale libero scambio.

Il provvedimento, che prevede misure di liberalizzazione reciproche per i prodotti agricoli, trasformati, il pesce ed i prodotti della pesca, desta molte preoccupazioni per le conseguenze negative che la sua applicazione potrà avere sul sistema agricolo ed agroalimentare nazionale e regionale.

In effetti, accogliendo l’apprensione del mondo agricolo, Il Parlamento europeo ha anche adottato una risoluzione che esprime una serie di preoccupazioni legate alle possibilità di frodi e di violazioni delle norme previste dal testo.

Confagricoltura Puglia ha seguito con attenzione l'iter legislativo: lo scorso 12 febbraio il presidente di Umberto Bucci, ha inviato una lettera a tutti i parlamentari europei pugliesi, sollecitando una loro particolare attenzione sull’argomento. Nella lettera il presidente di Confagricoltura Puglia sottolineava che, se l’accordo fosse stato approvato, sarebbero stati fortemente ridotti o eliminati i dazi doganali, in particolare per le produzioni orticole, frutticole ed agrumicole. Il che significava che alcuni prodotti tipici del nostro Paese provenienti dal Marocco sarebbero potuti entrare nel mercato europeo a condizioni più competitive di quelle attuali. Allo stesso tempo, tra le merci prodotte in Europa ed esportate verso il Marocco, per le quali l’accordo prevede di mantenere l’applicazione di dazi, vi sarebbero stati prodotti come l’olio extravergine di oliva, le carni ed i salumi, che sarebbero diventati meno competitivi di quelli provenienti da Paesi terzi.

L’iniziativa di Confagricoltura Puglia è stata accolta con favore dalla Confederazione nazionale, che il 14 febbraio 2012, nella persona del Presidente Mario Guidi, ha inviato una lettera a tutti i parlamentari europei italiani (Vedi comunicato di Confagricoltura del 14 febbraio 2012).

A votazione conclusa, Confagricoltura Puglia si è immediatamente attivata per verificare le espressioni di voto dei 73 europarlamentari italiani che riportiamo di seguito:

A favore (25): Gabriele ALBERTINI, Vito BONSIGNORE, Antonio CANCIAN, Herbert DORFMANN, Tiziano MOTTI, Cristiana MUSCARDINI, Salvatore TATARELLA (PPE); Francesca BALZANI, Luigi BERLINGUER, Salvatore CARONNA, Sergio Gaetano COFFERATI, Silvia COSTA, Francesco DE ANGELIS, Paolo DE CASTRO, Leonardo DOMENICI, Roberto GUALTIERI, Guido MILANA, Pierantonio PANZERI, Mario PIRILLO, Gianni PITTELLA, Vittorio PRODI, David-Maria SASSOLI, Debora SERRACCHIANI, Gianluca SUSTA, Patrizia TOIA (S&D).

Contro (34): Vincenzo IOVINE, Giommaria UGGIAS, Gianni VATTIMO, Andrea ZANONI (ALDE); Mara BIZZOTTO, Mario BORGHEZIO, Lorenzo FONTANA, Claudio MORGANTI, Fiorello PROVERA, Oreste ROSSI, Giancarlo SCOTTÀ, Francesco SPERONI (EFD); Roberta ANGELILLI, Antonello ANTINORO, Raffaele BALDASSARE, Paolo BARTOLOZZI, Sergio Antonio BERLATO, Carlo FIDANZA, Elisabetta GARDINI, Salvatore IACOLINO, Giovanni LA VIA, Clemente MASTELLA, Barbara MATERA, Mario MAURO, Erminia MAZZONI, Alfredo PALLONE, Crescenzio RIVELLINI, Amalia SARTORI, Marco SCURRIA, Sergio Paolo Francesco SILVESTRIS, Gino TREMATERRA, Iva ZANICCHI (PPE); Pino ARLACCHI, Rosario CROCETTA (S&D).

Astenuti (2): Lara COMI, Licia RONZULLI (PPE).

Assenti (12): Sonia ALFANO, Magdi Cristiano ALLAM, Alfredo ANTONIOZZI , Rita BORSELLINO, Carlo CASINI, Andrea COZZOLINO, Luigi Ciriaco DE MITA, Giuseppe GARGANI, Aldo PATRICIELLO, Niccolò RINALDI, Potito SALATTO, Matteo SALVINI.

Secondo fonti non ufficiali, l’on. Paolo De Castro, favorevole alla prima dichiarazione di voto, sarebbe stato corretto poi in astenuto, mentre l’on. Mario Pirillo, prima favorevole, sarebbe stato corretto in contrario al termine delle votazioni.

E' possibile consultare il documento ufficiale (pag. 30) sul risultato delle votazioni per appello nominale del processo verbale del 16 febbraio 2012, al seguente link:

Processo verbale - fonte ufficiale

 

Riportiamo alcuni link utili per ulteriori approfondimenti:

Confagricoltura Puglia, lettera del presidente Umberto Bucci agli europarlamentari pugliesi

Parlamento Europeo - Pagina web sul processo verbale del 16 febbraio 2012

Parlamento Europeo - Testo presentato in seduta




Il Parlamento Europeo ha approvato il 16 febbraio scorso, in seduta plenaria, l'accordo UE-Marocco che liberalizza, in parte, il commercio di prodotti agricoli e della pesca.

L'accordo commerciale con il Marocco, che ha ricevuto il via libera dal Parlamento con 369 voti a favore, 225 contrari e 31 astensioni, prevede l'aumento delle quote di scambio per una serie di prodotti che potranno essere importati a tariffe doganali basse o pari a zero e rappresenta una tappa verso un accordo di libero scambio.

title area_riservata



title evidenza

Schermata 2015-04-23 alle 09.40.06

prezzi & mercati

 


gallery

title sedii

Puglia sedi2

enti collegatiConfagricoltura

ANGA Puglia

logo anga_nazionale   agriturist

LogoEnapra

 

caa

     

logo enapa2

  CafConfagricoltura

title calendario

 «  < Nov 2017 >   »
SuMTWThFS
21

title newsletter

Compila questo modulo per iscriverti gratuitamente alla nostra newsletter
Acconsento al trattamento dei dati secondo la normativa sulla privacy

title meteo

PUG

title video