News

ROMA, MANIFESTAZIONE GILET ARANCIONI - CONFAGRICOLTURA PUGLIA: VINCE L’UNITÀ E IL CORAGGIO DI CHI CHIAMA LE COSE CON IL PROPRIO NOME

ROSSI GILETARANCIONIBari 14 FEBBRAIO 2019 - "La manifestazione di quest'oggi a Roma che ha visto la partecipazione di oltre cinquemila agricoltori pugliesi è stata la dimostrazione che l'unità e il coraggio di affrontare i problemi sono l'unica via di successo". Lo afferma Donato Rossi, presidente di Confagricoltura Puglia, Donato Rossi.

"Siamo fiduciosi che il Ministro Gian Marco Centinaio - dice Rossi - manterrà gli impegni assunti dinanzi alle migliaia di Gilet Arancioni che si sono riuniti oggi in piazza Santi Apostoli a Roma. Questa resterà una giornata storica per l'olivicoltura pugliese che, compatta, è riuscita a ottenere i risultati sperati".

L'accoglimento da parte del Ministro della piattaforma presentata dagli olivicoltori pugliesi sia per quel che riguarda la declaratoria dello stato di calamità sia in particolare per il provvedimento sulla Xylella, "rappresenta una vittoria politico-sindacale senza precedenti - afferma il presidente di Confagricoltura Puglia - Ma ancora di più è la dimostrazione che il buonsenso e il coraggio di chiamare le cose con il proprio nome premiano sempre. Per le gelate si procederà con un decreto legge specifico, senza più girare attorno al problema con soluzioni tampone; per la Xylella sono state accolte le richieste delle piccole aziende e dei frantoiani pugliesi".

Confagricoltura Puglia, con Agrinsieme e con il coordinamento dei Gilet Arancioni, continuerà a seguire su ogni tavolo istituzionale e politico-sindacale la piattaforma programmatica per portare a compimento i progetti nei quali gli agricoltori pugliesi ripongono le proprie aspettative.

AGRINSIEME: VERRASCINA, SCANAVINO, GIANSANTI E MERCURI, DOMANI SCENDEREMO IN PIAZZA AL FIANCO DEGLI AGRICOLTORI PUGLIESI

agrinsieme logoRoma, 13 febbraio 2019 - "Gli agricoltori pugliesi necessitano di risposte concrete e immediate e non di annunci e provvedimenti che lasciano il tempo che trovano; per questo motivo domani, giovedì 14 febbraio, scenderemo in piazza al loro fianco, per difendere la produzione di un settore che in Puglia conta oltre 350mila imprese e rappresenta il 13,59% del totale delle aziende agricole italiane, per un valore della produzione che si aggira intorno ai 4 miliardi di euro l'anno". Lo annunciano il coordinatore di Agrinsieme Franco Verrascina e i copresidenti Dino Scanavino, Massimiliano Giansanti e Giorgio Mercuri, alla vigilia della protesta prevista per domani a Roma.

"Ricordiamo, infatti, che la produzione olivicola della Puglia è quasi azzerata, mentre quella nazionale è ai minimi storici, con sensibili ed evidenti ripercussioni sulla redditività dei produttori e con la conseguente perdita di quasi un milione di giornate lavorate", ricorda il coordinamento che riunisce Cia-Agricoltori italiani, Confagricoltura, Copagri e Alleanza delle Cooperative Agroalimentari.

"Parliamo di una situazione eccezionale che si protrae ormai da anni, che la Puglia sta pagando a caro prezzo, con una flessione della produzione olivicola che sfiora il 70%. I produttori hanno bisogno di scelte chiare e concrete che gli consentano di proseguire con la loro attività e che vadano nella direzione di risollevare un comparto allo stremo, flagellato dalla Xylella e dal maltempo, con la siccità prima e le gelate poi", rimarca Agrinsieme.

"Ribadiamo pertanto la stringente necessità per la Puglia di riconoscere lo stato di calamità naturale, con la conseguente attuazione di quanto previsto dalla Legge 102/2004, nella consapevolezza però che questo provvedimento non può rappresentare l'unica soluzione a problematiche ben più complesse; parallelamente allo stanziamento di fondi nazionali e all'attuazione di un Piano nazionale olivicolo, infatti, sollecitiamo il Governo affinché si attivi in sede comunitaria e si adoperi per l'approvazione di misure eccezionali, a carattere d'urgenza, a sostegno dell'olivicoltura pugliese, come già avvenuto nel recente passato, ad esempio, per altri settori", conclude Agrinsieme.

***
Agrinsieme è costituita dalle organizzazioni professionali Cia-Agricoltori Italiani, Confagricoltura, Copagri e dalle centrali cooperative Confcooperative FedAgriPesca, Legacoop Agroalimentare e Agci Agrital, a loro volta riunite nella sigla Alleanza Cooperative Italiane - Settore Agroalimentare. Il coordinamento Agrinsieme rappresenta oltre i 2/3 delle aziende agricole italiane, il 60% del valore della produzione agricola e della superficie nazionale coltivata, oltre 800mila persone occupate nelle imprese rappresentate.

BOLLETTINO REGIONALE: AVVISO AFFIDAMENTO INCARICO DIRETTORE DIPARTIMENTO AGRICOLTURA - RIPRISTINO POTENZIALE PRODUTTIVO DANNEGGIATO DA CALAMITÀ NATURALI - PRATICHE AGRONOMICHE STRAORDINARIE E ALTRI PROVVEDIMENTI

I i provvedimenti pubblicati nel Bollettino Ufficiale della Regione Puglia n. 15 e 16 rispettivamente del 7/2/2019 e dell'8/2/2019:

· DETERMINAZIONE DEL DIRIGENTE SEZIONE COMPETITIVITA' DELLE FILIERE AGROALIMENTARI 24 gennaio 2019, n. 39
OCM Vino – Misura "Promozione sui mercati dei Paesi Terzi" – Campagna 2018/2019. D.M. n. 60710 del 10 agosto 2017 e D. Direttoriale n. 55508 del 27 luglio 2018 e successive modifiche e integrazioni. DDS n. 209/2018: Riformulazione della graduatoria regionale delle domande di aiuto con esito istruttorio favorevole a seguito di revisione dei punteggi.

Leggi tutto...

Vino. Circolare MIPAAFT n. 6694 del 30 gennaio 2019 inerente le disposizioni transitorie per la procedura nazionale delle domande di modifica delle DO e IG

viticolturaA seguito dell'emanazione del Regolamento delegato (UE) n.33 del 2019 e del Regolamento di esecuzione (UE) n.34 del 2019 della Commissione (si veda Circ. Area Economica n. 16027 del 21 gennaio 2019), Il MIPAAFT ha predisposto una circolare per specificare le disposizioni transitorie nazionali per le domande di protezione, per le modifiche "unionali" e per le modifiche "ordinarie" dei disciplinari DO e IG.
Nelle more dell'adozione del decreto applicativo previsto dalla Legge n.238/2016 e in ottemperanza ai due regolamenti citati, le procedure di presentazione delle nuove istanze di riconoscimento e di modifica delle DO e IG continueranno a seguire le disposizioni previste nel Decreto ministeriale 7 novembre 2012.
Il MIPAAFT procederà, entro tre mesi, a riclassificare le domande "pendenti" presso la Commissione europea all'entrata in vigore dei nuovi regolamenti, ovvero 14 gennaio u.s., distinguendole nelle due nuove categorie. Le modifiche ai disciplinari differenziate in "unionali" o "ordinarie" seguiranno due iter separati.
Le domande di modifica "pendenti" considerate "unionali" potranno godere ai sensi dell'art.61 del Reg. (UE) n.33 del 2019 della etichettatura transitoria prevista nell'art. 72 del Reg Ce n. 607/2009 .
Le domande di modifica "unionali" che invece sono state inviate successivamente all'entrata in vigore dei regolamenti, non beneficeranno di autorizzazioni all'etichettatura transitoria.
Per le modifiche, invece, considerate "ordinarie", l'iter sarà semplificato e le modifiche saranno esaminate, approvate e rese pubbliche dagli Stati Membri, e saranno di fatto applicabili nello Stato Membro dopo la pubblicazione. Le stesse entro tre mesi verranno rese pubbliche anche dalla Commissione e applicabili nel territorio dell'Unione.

NOTA STAMPA: IL PRESIDENTE MASSIMILIANO GIANSANTI AL CONSIGLIO DIRETTIVO DI CONFAGRICOLTURA PUGLIA: "SIAMO IMPEGNATI A PORTARE ALL'ATTENZIONE NAZIONALE LE EMERGENZE DELL'AGRICOLTURA PUGLIESE"

DIRETTIVOPUGLIA GIANSANTIBari 31 GENNAIO 2018 - Si è tenuta questa mattina la seduta del Consiglio Direttivo di Confagricoltura Puglia, alla quale ha partecipato il presidente nazionale di Confagricoltura Massimiliano Giansanti, accompagnato dal direttore generale Francesco Postorino. "Siamo qui per ascoltare le istanze che provengono da un territorio che sta attraversando numerose emergenze e per confermare tutto il sostegno dell'Organizzazione", ha detto Giansanti, rivolto al presidente regionale Donato Rossi e ai presidenti provinciali Michele Lacenere (Unione di Bari), Luca Lazzaro (Unione di Taranto), Maurizio Cezzi (Unione di Lecce), Antonello Bruno (Unione di Brindisi) e Filippo Schiavone (Unione di Foggia). Presenti anche Donato Fusco, Pantaleo Greco, Giacomo Patruno e Onofrio Spagnoletti Zeuli.

Leggi tutto...

title evidenza

Schermata 2015-04-23 alle 09.40.06

prezzi & mercati

 


gallery

title sedii

Puglia sedi2

 

logo confagricoltura enti-collegati
Confagricoltura

 

title area_riservata



title calendario

 «  < Feb 2019 >   »
SuMTWThFS
16

title newsletter

Compila questo modulo per iscriverti gratuitamente alla nostra newsletter
Acconsento al trattamento dei dati secondo la normativa sulla privacy

title meteo

PUG

title video